Blueshouse Live Music Club: al 26 di Sant’Uguzzone ci vanno tutti

di La Redazione 1

Blueshouse Live Music Club, suggerisce il nome. La casa del blues dal vivo. Timbro e corda, voce e strumento. Milano non è intrisa di tradizioni afroamericane – vero – ma il civico 26 di Via Sant’Uguzzone riesce ugualmente a richiamare alla mente alcuni pertugi della New York leggendaria. Quella in cui, le note le voci gli accordi, li percepisci anche solo attraverso l’immaginazione.

Il Blueshouse, dicevamo: musica dal vivo e balli improvvisati in uno spazio che assume la connotazione di discoteca, sala di ascolto, birreria. Un giusto mix che legittima l’assioma secondo cui la clientela del locale in prossimità di viale Monza sia per davvero eterogenea. Genere, professione, età: si trova di tutto. Forse, non si azzarda nel dire che si trovano tutti.


In questo caso, attrae il progetto che sta dietro al locale: pensato, il Blueshouse in funzione della musica. Non il contrario. Sono le esigenze musicali, infatti, ad aver suggerito (verrebbe da dire intimato) architettura e disposizione degli arredi.

Un capannone diviso in locations; tavolini, panche in metallo e sedie nello stretto indispensabile; parecchio spazio da “stay up” per colloquiare e ballare con possibilità di movimento; arredamento ai minimi termini, roba da “quanto basta”. E il bancone? Protagonista quanto il palco allestito per i live events: zona mescita e zona food concentrata in un lungo blocco di legno sul quale i più superficiali mangiano e bevono. Parecchia altri sono capaci di viverci: sopra, sotto, di fianco.

Inaugurato il 17 dicembre 1992, il Blueshouse è stato – anche per una città incapace di stupirsi quale è Milano – una novità sorprendente: precursore di un differente approccio imprenditoriale, ha fatto da apripista per quanti hanno poi saputo sfruttare con intraprendenza e coraggio ogni innovazione. Al Blueshouse, la differenza è diventata tendenza a suon di blues, r’n’b, r’n’r, rock blues. Il locale apre alle 21 mentre i concerti (ogni sera tranne il martedì) cominciano alle 23. La sala contiene fino a 400 persone: entrata con consumazione obbligatoria, tranne il lunedì.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>