Abercrombie & Fitch, il brand nei negozi vuole solo le magre

di La Redazione 0

 Conosciuto in tutto il mondo per le sue ricche collezioni di abiti casual che continuano ad attirare sempre più persone, il marchio statunitense di abbigliamento Abercrombie & Fitch continua a far parlare di sè e a far discutere dato che sembra che la filosofia dell’amministratore delegato del brand non sia atta a garantire una collezione adatta ad una clientela varia. Perché? Perché sembra che i clienti dalle taglie leggermente più forti non siano graditi all’interno del negozio: bisogna semplicemente essere magri, belli e al di sotto della taglia 44.

In questi ultimi giorni Abercrombie continua ad essere argomento di critica all’interno di blog di moda e forum. La mancanza all’interno delle collezioni femminili della taglia L ha sempre suscitato rumors e critiche da parte di molte clienti ma solo adesso si è riuscito a scoprire quale fosse la verità e il reale motivo che si cela dietro questo particolare inconveniente. Pare, infatti, che l’amministratore non gradisca che i suoi clienti vedano donne che non possono indossare gli abiti del brand stretti e modellati. Eppure la discriminazione vale solo per le donne in quanto per gli uomini si arriva addirittura alla taglia XXL.

Il marchio non è nuovo in fatto a discriminazioni dato che nel 2006 fu espressamente dichiarato che il brand va incontro alle richieste di giovani e bambini cool, attraenti e fighi mentre molti altri “non possono entrare e non entreranno mai nei nostri vestiti” perché non così cool. Basti pensare ai commessi e alle commesse che ogni giorno si incontrano all’interno del negozio sito in Corso Matteotti, a pochi passi da piazza San Babila; si tratterebbe in realtà di modelli e modelle in abiti che difficilmente potrebbero definirsi “da lavoro” e che cercano di andare incontro alle richieste dei clienti masticando un inglese non sempre buono.

Insomma, la tesi secondo cui Abercrombie &Fitch ritenga benvenute solo le persone che riescono ad essere sexy indossando gli abiti del marchio si sta concretizzando sempre più; peccato il sex appeal sia diventata un’ossessione per il marchio che lascia fuori dai sui mega negozi clienti normopeso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>