Expo 2015, Padiglione Azerbaijan, le sfere di cristallo

di Loretta Martino 0

Grazie alle esperienze maturate nei paesi del Medio Oriente tra cui Azerbaijian e Arabia Saudita tre studi milanesi sono riusciti ad aggiudicarsi la possibilità di progettare e realizzare il Padiglione dell’Azerbaijan per l’Expo 2015 che sarà conforme ai criteri di bio architettura e di eco sostenibilità propri della fiera.

Rispetto ai padiglioni dei vari Paesi, quello dell’Azerbaijan sarà caratterizzato da sfere di cristallo e forme architettoniche semplici con una forte integrazione tra materiali della tradizione come il legno e la pietra uniti ad elementi in vetro e metallo; il tutto assolutamente riciclabile e a bassissimo consumo energetico perché l’obiettivo è proprio quello di ottimizzare la qualità dell’edificio.

La parti in legno avvolgeranno l’intera struttura realizzata in vetro per rendere l’ambiente luminoso, spazioso e per ridurre il consumo di energia. La distribuzione degli spazi sarà progettata via via che saranno definiti gli eventi tematici. Di certo l’atrio d’ingresso del padiglione sarà un grande spazio aperto che potrà essere ampliato e da cui si potrà accedere ai tre piani superiori attraverso scale mobili. I piani saranno caratterizzati da tre grandi sfere che permetteranno al visitatore di viaggiare alla scoperta dei diversi ecosistemi azeri e apprezzare la ricchezza di un Paese composto da aree climatiche e morfologiche così diverse.

La prima sfera sarà un viaggio geografico per l’Azerbaijan, il secondo sarà la scoperta della biodiversità delle 9 zone climatiche del paese mentre la terza sarà legata alla cultura, alle tradizioni e alle innovazioni azere. L’ultimo piano sarà poi occupato da un ristorante e da una grande terrazza per apprezzare le specialità culinarie di un Paese così lontano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>