Tuttogratis a Milano, il negozio dell’usato gratuito

di Sara Mostaccio Commenta

Si chiama Tuttogratis ed è un vero e proprio negozio dell’usato dove si sceglie e si porta via ciò che si desidera, senza pagare. L’idea alla base del progetto è quella del riciclo, favorendo il riutilizzo di ciò che tendiamo a buttare via anche se è ancora in buone condizioni.

tuttogratis

Il negozio Tuttogratis ha aperto ufficialmente le sue porte lo scorso 20 Maggio grazie al lavoro dell’associazione Giacimenti Urbani. Si trova nel sottopassaggio del passante ferroviario di Porta Vittoria e vuole diventare un luogo di condivisione aperto a tutti.

Donatella Pavant, presidente dell’associazione che ha dato vita al progetto, ha spiegato che chiunque può prendere qualunque cosa si trovi in negozio, senza pagare, e al tempo stesso può portare qualunque cosa di cui voglia disfarsi mettendolo a disposizione degli altri.

Giacimenti Urbani è un’associazione attiva nella riduzione dei rifiuti e per questo motivo si è impegnata attivamente nel progetto che ha lo scopo di evitare che venga gettato via tutto ciò che non ci serve, non vogliamo più o ritieniamo troppo vecchio per le nostre vite.

È possibile donare e trovare ogni tipo di oggetto, purché in buono stato: dai vestiti ai giocattoli, dagli accessori per la casa ai libri passando per gli elettrodomestici. Ciascuno può ritirare fino a 5 oggetti a settimana mentre non c’è limite alla donazione. Chi vuole può lasciare un’offerta libera per sostenere l’attività, gestita da volontari, ma non è richiesto alcun pagamento in denaro.

Lo spunto viene dall’esempio dell’Associazione Passamano di Bolzano che già nel 2012 aveva lanciato un progetto simile seguendo l’ispirazione dei free shop già attivi in Germania e Austria. Una prima fase di sperimentazione era stata avviata a Milano nel Novembre 2015 presso la Cascina Cuccagna, durante un evento dedicato alla settimana europea per la riduzione dei rifiuti. Grazie al grande successo riscosso, quell’esperimento è diventato un progetto permanente.

Di più: l’iniziativa si inserisce nel progetto Artepassante che ha lo scopo di rendere i passanti ferroviari più piacevoli e coinvolgenti, rendendoli luoghi di vivacità culturale e incontro con i cittadini.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>