Expo 2015: il Padiglione Moldova punta sul sole

di Sara Mostaccio 0

A Expo 2015 il Padiglione Moldova è tra quelli meno noti ma non meno interessanti che punta sul tema “Splenda la luce – L’energia del sole, l’energia della terra, il cibo per l’umanità.” In perfetta aderenza alle tematiche generali dell’esposizione universale, la Moldova declina la sua interpretazione della nutrizione in una chiave energetica.

Il piccolo paese dell’Europa orientale può contare su un clima continentale temperato con estati calde e assolate e inverni miti oltre che su un suolo molto ricco. I due elementi hanno reso questa area una delle regioni agricole più produttive.

Grazie al terreno fertile e al clima favorevole in Moldova si producono frutta, verdura, carne, grano e vino, uno dei più importanti campi di produzione, costantemente in crescita e fonte di nuova occupazione. Per celebrare queste risorse e puntare su un futuro produttivo si è scelto di celebrare il sole e la sua energia capace di nutrire la terra e di conseguenza il pianeta e le popolazioni.

È un angolo visuale diverso e interessante, decisamente cruciale, nell’intepretazione del tema della nutrizione. Senza sole l’agricoltura non esisterebbe e puntare sulle energie rinnovabili è uno dei grandi temi della nostra epoca e che in futuro sarà ancora più centrale.

Il sole è la nostra fonte primaria di luce ed energia, calore e vita, sia per la terra che per il nostro corpo. L’installazione principale del padiglione si intitola proprio Splenda la Luce. È una pioggia luminosa che si diffonde sia all’interno che all’esterno della struttura grazie all’energia solare. Il messaggio fondamentale? Imparare ad utilizzare in modo consapevole l’energia del sole proponendo un approccio ecologico e biologico alle coltivazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>