Saldi estivi: consigli per gli acquisti

di Sara Commenta

I saldi sono iniziati e questo primo fine settimana i negozi di Milano sono stati presi d’assalto. Ma sappiamo davvero come scegliere gli sconti migliori e quali comportamenti attuare?

Il Movimento Consumatori ha stilato un piccolo vademecum per comprare in sicurezza:

1 – Se vi rifiutano la carta non comprate

Durante i saldi il venditore non può rifiutare il pagamento con carta di credito o bancomat, qualora sia esposto nel punto vendita l’adesivo che attesta la relativa convenzione.

2 – Conservate sempre lo scontrino

Non è vero che i capi in svendita non si possono sostituire: il negoziante è obbligato a sostituire l’articolo difettoso, anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare. Il consumatore deve denunciare “al venditore il difetto di conformità entro il termine di due mesi dalla data in cui ha scoperto il difetto.

3 – Il prezzo è obbligatorio

Sulla merce è obbligatorio il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato. Il prezzo deve essere inoltre esposto “in modo chiaro e ben leggibile”. Controllate che fra la merce in saldo non ce ne sia di nuova a prezzo pieno. La merce in saldo deve essere separata in modo chiaro dalla “nuova”.

4 – Diffidate comunque dei capi che potete solo guardare

Non c’è l’obbligo di provare i capi, è rimesso alla discrezionalità del negoziante.

5 – Se trovate troppe taglie e colori, probabilmente qualcosa non va

Le vendite devono essere realmente di fine stagione, la merce posta in vendita sotto la voce “Saldo” deve essere l’avanzo di quella della stagione che sta finendo e non fondi di magazzino.

6 – Il “metà prezzo” normalmente si trova su pochi prodotti e negli ultimi giorni dei saldi

Spesso gli sconti superiori al 50% nascondono merce non proprio nuova o prezzi vecchi falsi o merce acquistata apposta per il saldo, se fossi reali il commerciante dovrebbe vendere sottocosto.

7 – Non abbiate fretta, solo così farete buoni affari!

Non fermatevi al primo punto vendita, girate e confrontate più offerte, infine decidete cosa comprare.

8 – Segnalazioni di comportamenti scorretti e irregolarità dei negozi

Se pensate di essere stati fregati o avete dei dubbi chiamate il Movimento Consumatori (02-80.58.31.36) o rivolgetevi alla Polizia Annonaria della vostra città (a Milano in via Rastrelli 7, telefono tel. 02-77.27.23.01)

INFORMAZIONI – per ulteriori informazioni:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>