Dietro il vetro: esposizione a Palazzo delle Stelline

di La Redazione 0

Presso il chiostro di Palazzo delle Stelline, Corso Magenta n. 59 a Milano dal 3 al 12 dicembre è in pregramma “Dietro il vetro”, esposizione organizzata nell’ambito ciclo di mostre dedicate al rapporto tra arte e design. In questa occasione il chiostro di Palazzo delle Stelline ospiterà la produzione dei vetri artistici realizzati dal mastro vetraio muranese Silvano Signoretto su disegni propri e dei principali artisti e designer contemporanei. Il pubblico potrà ammirare sessanta pezzi unici, di vari formati e misure, creati nell’ultimo decennio dal maestro Signoretto presso “La Mula”, come si chiama la sua fornace.

L’evento fa parte delle Off-site
Exhibition
, ciclo di mostre che si propone di instaurare un dialogo permanente tra arte, artigianato e industria. Questa mostra, in particolare,  porta alla ribalta il rapporto tra arte e artigianato e in particolar modo sposa la causa dei mastri vetrai muranesi. Murano ha, com’è noto,   una tradizione millenaria per la lavorazione del vetro, che oggi rischia di scomparire per mancanza di allievi, a causa soprattutto alle nuove leggi di mercato, che richiedono una produzione veloce e in serie. L’obiettivo è sollevare la questione presso l’opinione pubblica, sensibilizzare Milano, la capitale del design.

“Dietro il vetro” è una metafora.  I pezzi, infatti, saranno posti al di là del vetro: quello delle immense finestre del chiostro di Palazzo delle Stelline, in modo i visitatori possano ammirare queste vere e proprie opere d’arte percorrendo l’intero perimetro del chiostro. Silvano Signoretto, tra i mastri vetrai più attivi, lavora esclusivamente a mano, secondo la tradizione muranese, utilizzando tecniche, come la filigrana, il battuto e utensili tramandati da ben mille anni nelle fornaci di Murano. “Dietro il vetro” è un evento che fa parte del circuito Artissima, celebre fiera del contemporaneo di Torino, che da quest’anno ha riunito, fino a dicembre, i musei e le gallerie d’arte contemporanea di Torino e Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>