Cosa ti dice il cervello? Lo spazio interattivo alla Stazione Centrale

di La Redazione 0


Siete pronti a fare un giro nel cervello umano e conoscere cosa si aggira all’interno di uno degli organi più importanti? In occasione del lancio della seconda stagione della serie Cosa ti dice il cervello? in onda sul canale di National Geographic, presso la stazione centrale di Milano è stato allestito uno spazio interamente interattivo dal nome “#NatGeoBrain” che sarà presente presso la Galleria delle Carrozze sino al 28 settembre.

Viaggiatori, turisti ma anche semplici passanti e amanti dello shopping nella nuovissima zona della Stazione potranno distrarsi o trascorrere il tempo in attesa di prendere il treno cimentandosi con strumenti interattivi nel tentativo di mettere alla prova il proprio cervello e scoprire come sia facile trarlo in inganno. Il viaggio nella mente umana avviene attraverso riproduzioni in 3D, realtà virtuali, postazioni interattive e giochi visivi simili a quelli proposti dal national Geographic Channel. Giochi, quiz e interviste rilasciate da scienziati ed esperti aiuteranno lo spettatore ad iniziare un fantastico viaggio nella mente umana per svelare i segreti e cosa si aggira all’interno di quei meccanismi così lontani eppure così vicini a noi. Il giorno dell’apertura che ha avuto luogo il 2 settembre ha visto la partecipazione di neuroscienziati che hanno potuto accompagnare il viaggio dei passanti e dei più curiosi attraverso giochi interattivi per approfondire l’argomento. Unire l’utile al dilettevole si può e lo dimostra il canale più seguito di Sky che oltre ad accompagnare la mente a riscoprire i suoi percorsi labirintici permette ai visitatori di trascorrere una manciata di minuti impegnandosi mentalmente diventando per una volta uno spettatore attivo e lasciandosi guidare nelle teorie di simbiosi tra uomo e macchina proprio come se fosse all’interno del backstage di un documentario ad alta definizione.

Cosa ci dice il cervello? Sicuramente che non finiremo mai di conoscere il mondo e capire come siamo fatti soprattutto perché è facile essere presi alla sprovvista ed ingannati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>