Riparazione di un orologio vintage: a cosa porre attenzione?

di isayblog4 Commenta

Screenshot_106La riparazione di orologi vintage è un processo che richiede tempo, energie e competenze per poter essere portato a termine nel migliore dei modi, soprattutto perchè parliamo di orologi tanto particolari che in seguito alla riparazione potrebbero venire alterati nella loro forma e nella loro sostanza. D’altronde intorno agli orologi d’epoca ruota un vero e proprio business, tanto è vero che far riparare un accessorio di questo genere da una mano esperta vuol dire conservarne intatto il valore e permettergli di avere una “certa quotazione” nel mondo del collezionismo che vi fa capo.

A questo proposito è poi fondamentale non solo che ci sia un certo tatto nella riparazione di un orologio, ma anche e soprattutto che eventuali pezzi rotti vengano sostituiti con pezzi altrettanto originali: è importante che i pezzi di ricambio siano quelli dell’epoca in cui l’orologio è stato prodotto; anche se si sta parlando solo di una parte quale può essere la lunetta, il quadrante o un qualunque altro dettaglio. In questo caso questo parliamo di un requisito che si rende necessario per far sì che l’interesse collezionistico gravante su quell’orologio non venga mai meno, o che semmai lo farà, lo faccia per ragioni indipendenti dal nostro volere.

Un esperto nella riparazione di un orologio vintage è perciò un professionista del settore perchè di orologi e di apparecchi simili se ne intende, ma è anche un abile conoscitore dei metodi di reperimento dei pezzi sostitutivi originali. Solo rivolgendoci a un valido orologaio avremo la certezza che il nostro orologio vintage possa uscire dalla fase di riparazione ancora col pieno della sua originalità e della sua integrità, e che la quotazione di mercato che lo riguarda non finisca col venire compromessa da una nostra semplice ma determinante leggerezza.

Gli interventi eseguiti da un orologiaio specializzato (anche) nella riparazione di orologi vintage consiste nella revisione completa del meccanismo (la quale prevede che i pezzi facenti parte del macchinario vengano revisionati e puliti per funzionare al meglio), nella lucidatura della cassa che si pone come un intervento molto delcato affinché possa essere eseguito con delicatezza estrema (una “mano pesante” potrebbe compromettere la forma della cassa originaria). Dopo di che ci sono test di impermeabilità che consistono nell’inserire il prodotto in una macchina ad aria compressa capace di rilevare eventuali infiltrazioni e in ultimo, ma non per questo meno importante, c’è chiaramente il discorso legato alla sostituzione delle batterie esauste e dei circuiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>